Celano, in ricordo dell’ex Questore Giovanni Palatucci piantumato un albero davanti la scuola G. D’Annunzio

“Nel giorno del ricordo di una triste pagina italiana, che ancora oggi conserva diverse sfaccettature oscure – dichiara il Sindaco Settimio Santilli

Data:
15 Febbraio 2021

Un albero per non dimenticare. Il 10 febbraio ricorre l’anniversario della morte di Giovanni Palatucci, ex Questore di Fiume e Medaglia d’Oro al Merito Civile, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per aver salvato dal genocidio migliaia di ebrei e morto nel 1944 nel campo di concentramento nazista di Dachau. In occasione di tale ricorrenza e per ricordare il sacrificio e la memoria del valoroso Dirigente di Polizia, l’Amministrazione comunale di Celano, accogliendo l’invito rivolto espressamente dalla Questura de L’Aquila, ieri mattina si è resa protagonista di una sobria iniziativa.

“Nel giorno del ricordo di una triste pagina italiana, che ancora oggi conserva diverse sfaccettature oscure – dichiara il Sindaco Settimio Santilli – abbiamo ricevuto e accettato volentieri l’invito del Questore della Procura di L’Aquila Gennaro Capuluongo. Per non dimenticare una fase buia della nostra storia abbiamo deciso di piantumare un albero e di apporre una stele commemorativa davanti ad un luogo simbolico, la Scuola G. D’Annunzio, in modo che i ragazzi, futuro della nostra Città, possano avere memoria di un fatto storico estremamente importante, affinché fatti del genere non si ripetano mai più.”

Alla significativa cerimonia per il Commissariato di Avezzano hanno partecipato il Sostituto Commissario Coordinatore Agente Pendenza Daniela e il Soprintendente capo Agente Angela D’Alessandro; per la Questura di L’Aquila era presente il I° Dirigente della Polizia di Stato divisione anticrimine Dott.ssa Angeloni Rosalba; per la Polizia Locale di Celano il Comandante Giuseppe Fegatilli e Padre Ausilio Tornambé, il quale, dopo la benedizione ha invitato tutti ad un momento di preghiera.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 15 Febbraio 2021