Il Comune di Celano capofila per salvare l’Orchestra sinfonica abruzzese

mercoledì 9 settembre 2015
Nell’ultima riunione di Giunta comunale, infatti, è stata approvata una delibera, come atto di indirizzo, a sostegno della sopravvivenza dell’orchestra.
 
Il provvedimento della giunta celanese, su proposta avanzata dall’assessore alla cultura e istruzione prof.ssa Eliana Morgante, teso ad  “evitare un ulteriore impoverimento culturale ed economico della regione” recita testualmente: premesso che l’Istituzione sinfonica abruzzese sta attraversando una profonda crisi economica che la sta conducendo a una inevitabile  chiusura delle sue attività qualora non intervengano provvedimenti urgenti che la possano salvare; che da oltre quarant’anni l’orchestra rappresenta una delle eccellenze della nostra regione, protagonista della crescita culturale del territorio di appartenenza, che si è fatta apprezzare in tanti di attività a livello nazionale ed internazionale; che l’orchestra sinfonica abruzzese è una delle 12 istituzioni concertistiche orchestrali riconosciute dallo Stato, capace di creare lavoro e attirare risorse importanti dal governo centrale; rilevato che la regione Abruzzo, ente di riferimento determinante per l’attività dell’istituzione sinfonica e di tutte le altre realtà culturali della regione, negli ultimi anni ha ridotto drasticamente il contributo economico fino ad azzerarlo completamente nel 2014, palesando una chiara politica di completo disinteresse per la cultura, evidentemente non ritenuto elemento di crescita di un territorio; che in questo modo anche le risorse stanziate dallo Stato sono messe in serio pericolo in quanto condizionate dalla necessaria compartecipazione dell’ente locale di riferimento.
 
In considerazione di tutto ciò l’amministrazione comunale e l’assessore Morgante daranno atto e seguito a quanto deliberato e svolgeranno, in quanto Comune capofila, opera di sensibilizzazione nei confronti degli altri Comuni affinché vengano adottati i necessari provvedimenti per assicurare sostegno all’Istituzione sinfonica abruzzese.
 
L’importante documento di indirizzo adottato dalla giunta celanese segue di qualche giorno l’intervento dell’On. Filippo Piccone (Ncd), vicesindaco del Comune di Celano, che all’indomani del mancato rifinanziamento da parte della regione propose sia di raccogliere “tre euro per ogni abitante della provincia per salvare l’Orchestra sinfonica abruzzese” sia al sindaco Settimio Santilli di far “inserire nell’ordine del giorno di un consiglio comunale convocato ad hoc un punto affinché il Comune di Celano si renda disponibile a offrire un proprio contributo per la Sinfonica”.