Contributi per Rimozione e Smaltimento di piccole quantità di amianto

martedì 12 marzo 2013
COMUNE INFORMA del 12 marzo 2013

L’assessore all’ambiente del Comune di Celano, ing. Settimio Santilli, rende noto che presso lo sportello del Cittadino è possibile ricevere informazioni e documentazione, inerenti i contributi a fondo perduto erogabili con fondi regionali per ogni singolo intervento di rimozione e smaltimento dei materiali contenenti amianto ancora in opera.

Il quantitativo di materiale da rimuovere e da conferire, con mezzi autorizzati, in impianti autorizzati, deve avere un peso massimo di 540 kg verificata a destino, comprensivo degli imballaggi ed una superficie complessiva in m.c.a. in opera di circa 30 mq.
 
“I cittadini che intendono partecipare al bando - precisa l’assessore- devono inviare la domanda per l’accesso al contributo regionale corredata dalla documentazione di cui agli Allegati/Moduli alla DGR n. 892/2012 al Comune, compilando delle schede, in collaborazione con una ditta che ha aderito al convenzionamento regionale (la documentazione è scaricabile dai siti www.regione.abruzzo.it e www.comune.celano.aq.it).

La scadenza per la presentazione delle domande redatte in conformità alla documentazione è fissata  al 06.04.2013; entro 30 giorni dalla ricezione delle domande il Comune, verificherà l’ammissibilità o meno delle domande tramite un Indice di Priorità, stilando una graduatoria che sarà poi inviata alla Commissione Regionale di Valutazione (CRV), che provvederà ad esaminare le domande entro 120 giorni, e a stilare a sua volta una graduatoria per ambiti provinciali.
 
In ogni caso i contributi saranno erogati a consuntivo dei lavori e non potranno essere superiori al 70% della spesa già comprensiva di iva, ovvero non oltre € 1.865,00.”

 “E’ possibile ammettere a contributo anche le richieste di  proprietari aventi più  unità immobiliari, presentando una domanda per  ogni  singola unità immobiliare, e di coloro che abbiano già effettuato i   lavori   di rimozione di m.c.a. in  opera a partire dal  31.12.2010,  a  condizione che  siano di  fatto in  possesso  di tutti i requisiti del bando incluso l’affidamento dei  lavori a ditta convenzionata  con la Regione Abruzzo.

Va precisato, che indipendentemente dall’ammissione delle domande ai fondi pubblici, i soggetti richiedenti saranno obbligati ad eseguire gli interventi di rimozione per i quali hanno richiesto contributi, in quanto nella domanda da consegnare al Comune, verrà dichiarata l’obbligatoria necessità dell’intervento in termini di legge.”