Associazione “Bastioni & Bastimenti”

lunedì 22 agosto 2011
L’associazione Bastioni e Bastimenti opera nel settore culturale con lo scopo di tutelare e valorizzare il patrimonio artistico, musicale, culturale del territorio con particolare attenzione alla divulgazione alimentare.
Intende promuovere e tutelare il patrimonio e il sapere culturale dei territori marsicano, provinciale e regionale, formando i giovani attraverso l’incontro tra pubblico e artisti, poeti, musicisti, chef e studiosi.
Tra le sue prerogative figura anche quella di divulgare il sapere mediante mostre, installazioni, pubblicazioni, concerti, performances ed eventi culturali vari, oltre a iniziative di cultura alimentare.
Non manca la volontà di porsi come punto di riferimento per quanti, svantaggiati o portatori di handicap, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni culturali, un sollievo al proprio disagio.
Infine, tra le sue attività viene dato particolare significato al contatto con educatori, insegnanti ed operatori sociali, affinché sappiano trasmettere l'amore per la cultura territoriale come un bene per la persona e un valore sociale.


Premessa Anno 2011
Il viaggio rappresenta l’essenza stessa dell’essere emigranti. Bastioni e Bastimenti trova una sua identità nelle fortificazioni, i bastioni appunto, che richiamano le radici dei celanesi costretti a lasciare la propria terra in cerca di fortuna all’estero.  I bastimenti, invece, sono intesi come le imbarcazioni che caricavano gli emigranti con tutti i loro bagagli di sogni e riscatto e li trasportavano lontano.  L’emigrazione celanese ha toccato le varie sponde degli oceani, dal Venezuela al Canada, dall’Australia agli Stati Uniti. Esiste però anche un’altra emigrazione, più vicina geograficamente, ma altrettanto difficile e dolorosa: quella nel nord-Africa. Tanti celanesi, in particolare ingegneri, geometri, tecnici e operai hanno contribuito a realizzare opere pubbliche importanti per il progresso di quella terra aspra e straordinaria allo stesso tempo. A loro quest’anno Bastioni e Bastimenti si rivolge in particolare e lo fa attraverso la musica e la danza.

GLI EVENTI Anno 2011
In un tripudio di note e colori Bastioni e Bastimenti 2011 si fa interprete di un doppio appuntamento di cultura alimentare, mettendo in scena uno spettacolo di odori e sapori. La sapiente interpretazione dei prodotti biologici vive all’interno di una cornice virtuosa del mangiar bene.  La suggestione delle luci, l’atmosfera garbata della musica, la genuinità delle pietanze, l’eleganza della tavola: intorno a queste direttrici si muove la settima edizione di Bastioni e Bastimenti.

“La Cena del Tempo” Anno 2011
Con lo sguardo rivolto verso il cielo, la notte di San Lorenzo sarà il contorno di stelle,  mentre sotto, sulle tavole imbandite, gli chef di quattro  ristoranti di Celano regaleranno momenti culinari di gran pregio. La terrazza naturale sotto la torre occidentale del castello Piccolomini lo scenario ideale per vivere insieme la magica notte degli astri.

“Il Viaggio nel Gusto” Anno 2011
“Tra i vicoli del centro storico intrigati dall'atmosfera delle note e dal  fascino della danza del ventre. E poi, in compagnia di un calice di buon vino, potrete assaggiare i piatti della tradizione preparati con prodotti biologici.”
Nel cuore pulsante del centro storico, tra scalinate anguste e vicoli stretti. Isole musicali, installazioni multimediali, il fascino delle luci, l’intrigante vivacità della danza del ventre. Il tutto strutturato lungo un percorso punteggiato da stand gastronomici di prodotti rigorosamente biologici e da vecchie cantine riaperte per accogliere vini di qualità. Mescite che saranno curate dai sommeliers dell'Ais, pronti a illuminare sui segreti delle produzioni enologiche di nicchia. Un'area speciale sarà riservata all'Associazione italiana sommelier, che in collaborazione con gli chef, sarà protagonista di una lezione-degustazione sull’abbinamento vino-cibi biologici.


Premio Memorie di città Anno 2011
Un momento particolare, durante la serata, riporterà alla mente il sacrificio di due eroi di Celano che hanno consegnato le loro vite alla storia lottando per un posto di lavoro. Agostino Paris e Antonio Berardicurti il 30 aprile 1950 erano impegnati nella preparazione della festa del lavoro del 1° maggio. Gli spari improvvisi dei sicari li sorpresero inermi in piazza IV Novembre. Agostino e Antonio furono colpiti e lasciarono a terra ogni speranza di una vita migliore. Ancora oggi, a distanza di 61 anni, rappresentano un esempio per le generazioni future. Nell’anno in cui è in progetto la realizzazione di un monumento ai due braccianti, Bastioni e Bastimenti intende attribuire a Paris e Berardicurti il premio “Memorie di Città”. Il riconoscimento viene attribuito ai celanesi che oggi non ci sono più, ma che hanno saputo lasciare un segno tangibile del loro essere celanesi. Nelle precedenti edizioni il premio è andato al medico Michele Carusi, al pittore Italo Mascitti, all’avvocato-scrittore Ercole Di Renzo, a padre Corrado Signore, che ha contribuito a realizzare la clinica L’Immacolata e ad Eligio Villa, ingegnere e appassionato di linguistica. I premi sono stati realizzati dai ragazzi del Liceo Artistico di Avezzano.


Il biologico (Anno 2011)
Bastioni e Bastimenti continua a sostenere la validità dell'agricoltura biologica per quello che rappresenta nell’alimentazione quotidiana. Agricoltura che  sfrutta la naturale fertilità del suolo, promuove la biodiversità dell'ambiente in cui opera ed esclude l'utilizzo di prodotti di sintesi (salvo quelli specificatamente ammessi dal regolamento comunitario) e di organismi geneticamente modificati. L’esperienza gratificante vissuta con il percorso didattico nelle scuole elementari di Celano ci stimola a proseguire in questa direzione. La sana alimentazione dei bambini e delle famiglie riveste un ruolo di primaria importanza nella nostra considerazione dell’approccio al cibo.
 
Associazione Bastioni e Bastimenti - Via Piccolomini, Celano (AQ) - Partita IVA 01840340663