Habitat del Silenzio

venerdì 12 agosto 2011
Torna ad esporre in Abruzzo la scultrice di origini abruzzesi: il silenzio, l'alienazione e l'incomunicabilità degli spazi al centro del suo percorso artistico
 
Celano (Aq), 13 agosto 2011 – Spazio e silenzio incarnati in sculture di bronzo che diventano emblema di alienazione e incomunicabilità, dando vita all' “Habitat del Silenzio”. E' questo il titolo e il filo conduttore delle sculture dell'artista italo-olandese Lidia Palumbi che saranno in mostra dal 13 al 28 agosto al Museo della Marsica, nel Castello Piccolomini di Celano. 

 L'esposizione sarà inaugurata sabato 13 agosto, a partire dalle 19, alla presenza del Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici (BSAE) dell'Abruzzo, Lucia Arbace. La serata sarà accompagnata dalla degustazione di vini dell'azienda abruzzese Terre di Poggio e dall'arrangiamento musicale di Federico Palumbi al piano.
 
La mostra resterà aperta fino al 28 agosto, da martedi' a domenica (compreso lunedì 15 agosto), dalle 10 alle 18. La mostra è stata inserita nel calendario estivo del Ministero per i Beni e le Attività culturali. 

 Sarà appunto il silenzio il tema conduttore della personale di Lidia Palumbi che torna ad esporre in Abruzzo per il secondo anno consecutivo, dopo la mostra tenuta nel 2010 a Pescara -  “Spazi e Conflitti” - ospitata al Museo D'Annunzio.
 
Quello in Abruzzo è per Palumbi un ritorno a casa, visto che l'artista è nata a Pescara nel 1952 anche se, dopo aver visssuto per diversi anni a Milano e Firenze, ha scelto di trasferirsi in Olanda, dove ha seguito corsi di scultura all’Accademia di Belle Arti di Groninga e dove tuttora vive e lavora.
 
Lidia Palumbi espone regolarmente in Olanda e, più di recente, anche in Italia: tra le sue partecipazioni più importanti quella alla Summer Exhibition della Royal Academy of Arts di Londra nell'estate del 2009.                                                                                                                                 
 Tra le sculture in esposizione a Celano ce ne saranno anche due in anteprima (Vetusta Mater e Cattedrale del Silenzio, del 2010), insieme ad altre opere – comprese alcune grafiche - che abbracciano tutto il suo percorso artistico. 

 Le sculture in bronzo di Lidia Palumbi rimandano ad un inquieto silenzio - gia' nei precedenti lavori evocatore di un senso di vuoto e di smarrimento - che ha accompagnato l'artista caratterizzandone la scultura fino ad oggi (cit. Arthur Canonico, giugno 2011). E' attraverso il linguaggio del silenzio che le opere dell'artista si propongono di raccontare un vissuto che pur non esistendo piu' ha lasciato una sua traccia e una sua voce.
 
“Habitat del Silenzio” - personale di sculture di Lidia Palumbi
13-28 agosto 2011 - Museo della Marsica
Castello Piccolomini – Celano (Aq) 
tel. e fax 0863-792922
www.sbsae-aq.beniculturali.it-e-mail
www.museodellamarsica.beniculturali.it
Per info:
 
Barbara Gambacorta (ufficio stampa) 333-9659997
www.palumbi.eu       info@palumbi.eu