Donata una copia della Costituzione Italiana ai diciottenni

giovedì 2 giugno 2011
 DONATA AI NEODICIOTTENNI UNA COPIA DELLA COSTITUZIONE  ITALIANA
 
“Oggi festeggiamo la nascita della Repubblica avvenuta giusto 65 anni fa. Lo facciamo nel 150° anniversario dell'unita d'Italia, per questo ha un sapore più profondo e più significativo. 17 marzo 25 aprile 2 giugno e 4 novembre,  sono per noi un unica data,  la data dei trionfi della democrazia , della libertà e della pace, condizioni ideali per crescere,  per prosperare,  per  progredire. La costituzione e' insieme il prodotto e la garanzia di tutto questo perciò ve la consegniamo, a voi che siete il futuro, che vi troverete a garantirlo per voi e per altri. Noi l'affidiamo con l'orgoglio che ci deriva dalla nostra storia, e dalle battaglie che tanti giovani come voi hanno fatto pagando con la propria vita”
 
Con queste parole il Sindaco Sen. Filippo Piccone si è rivolto ai neodiciottenni ai quali, appunto, è stata donata una copia della Costituzione Italiana.
 
La cerimonia di consegna della Costituzione si è  svolta nella Sala Consiliare del Municipio ed ha preceduto la celebrazione della Festa della Repubblica che, partendo dal corteo per la deposizione delle corone d’alloro ai monumenti dei caduti di tutte le guerre, ha avuto il clou in piazza IV Novembre con l’esecuzione dell’inno di Mameli ed il discorso conclusivo da parte del Sindaco Piccone di fronte ad una platea composta non solo dai cittadini ma anche dai rappresentanti delle forze di polizia, delle associazioni d’arma e di volontariato.
 
“Essa – ha tra l’altro detto il sen. Piccone – è la prima e fondamentale legge dello stato. Un nobile e grande compromesso, un insieme di valori e di principi che regolano la vita della nostra comunità. Risultato del lavoro condiviso dei padri costituenti, che pur appartenendo a tradizioni culturali e politiche differenti, sono stati esempio per tutti, tanto da essere riconosciuti dagli storici  come la migliore generazione di politici”
 
Il Sindaco Piccone ha, inoltre, espresso apprezzamento per il contributo fino ad oggi offerto dal Comitato dei Sindaci ed ha ricordato la figura di Panfilo Tabassi, deputato celanese al primo parlamento dell’Italia unita.
 
02/06/2011
Ufficio Stampa