A CELANO CONVEGNO NAZIONALE SU FRANCESCO ORSO E IL SUO TEMPO

mercoledì 31 gennaio 2018

Francesco Orso da Celano e il suo tempo: è il titolo dell’importante convegno nazionale che si terrà sabato 3 febbraio all’Auditorium “Fermi” di Celano.

La giornata di studio, interamente dedicata alla figura del musicista marsicano, inizia alle ore 11 con un incontro con le scuole e con una breve introduzione storica e musicologica a cura del prof. Paolo Peretti.

Alle ore 12 è previsto il primo concerto dell’Ensemble Labirinto Armonico.

I lavori del convegno riprenderanno alle 16,30 con il saluto delle autorità, del Sindaco di Celano Settimio Santilli, del Vicesindaco Ezio Ciciotti e dell’Assessore alla Cultura Eliana Morgante. 

A seguire lo svolgimento del convegno con gli interessanti interventi dei relatori Paolo Peretti, Walter Matticoli, Pierluigi Mencattini, Galliano Ciliberti, Giovanni Tribuzio e Sergio Iacoboni. Alle 18,30 concerto conclusivo dell’Ensemble Labirinto Armonico.
“Si tratta di un evento di rilevante ampiezza culturale ed educativa- afferma l’Assessore Morgante – che ha come obiettivo la riscoperta e la valorizzazione dei personaggi più illustri della nostra Città.

Un percorso di conoscenza che coinvolge non solo appassionati e studiosi ma è destinato soprattutto agli studenti delle scuole superiori di Celano”.


Pochi sono i dati biografici a nostra disposizione.
Possiamo dedurre da alcuni documenti che Orso nacque a Celano nei primi del Cinquecento e morì a Napoli alla fine del secolo.
Il principale studioso del musicista celanese, Henry W. Kaufmann, si mostra assolutamente favorevole a questa identificazione sulla base di alcune analisi a partire da documenti e lettere che confermano l’origine celanese di Orso e la sua professione di sacerdote. Importante è un documento nel quale il musicista marsicano risulterebbe essere il priore del monastero di San Pietro a Maiella fondato dai monaci Celestini, primo perché nello stesso abitato di Celano, fin dal 1396, esisteva una importante presenza di questo ordine nella chiesa di S. Angelo.

L’ingresso al convegno è libero.