In arrivo 200 mila euro per la realizzazione di nuovi Centri di Raccolta per i rifiuti differenziati

sabato 12 marzo 2016

In un momento nel quale gli enti pubblici lamentano difficoltà nel reperire risorse, è da accogliere con sollievo e soddisfazione la notizia dell’assegnazione al Comune di Celano di un finanziamento pari a 200 mila euro da utilizzare per la realizzazione di nuovi centri di raccolta per i rifiuti differenziati.
 
A darne comunicazione è lo stesso Sindaco di Celano, Ing. Settimio Santilli, al quale nei giorni scorsi è stata indirizzata la nota del Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Arch. Mario Mazzocca con la quale appunto si informa dell’avvenuto finanziamento nell’ambito dell’obiettivo di servizio rifiuti, piano d’azione che nello specifico riguarda la realizzazione di nuovi centri di raccolta e centri del riuso e potenziamento dei centri di raccolta esistenti.
 
“Per fortuna – dice il sindaco Santilli – per quanto riguarda la problematica dei rifiuti non ci sono solo brutte notizie. Accolgo con piacere la determinazione della Regione Abruzzo che ha individuato sia le risorse finanziarie che  il territorio sul quale realizzare l’importante investimento, dopo la presentazione nel 2013 di un nostro specifico progetto in merito. Sono particolarmente soddisfatto perché si vede riconosciuto e premiato l’impegno personale nel programmare e condurre un sana politica ambientale, sia nella passata amministrazione come assessore, che nell’attuale veste di Sindaco della Città di Celano. In questo modo potremo realizzare un secondo centro di raccolta dei rifiuti differenziati, con ogni probabilità nella zona di Borgo Bussi. Un ulteriore centro che andrà ad aggiungersi a quello già realizzato in località San Marcello e che servirà ad ampliare e facilitare il servizio per i cittadini che avranno necessità di smaltire i rifiuti ingombranti ed evitare così la formazione di discariche abusive nel territorio comunale”.
 
Per rifiuti ingombranti si intendono quelli che per natura e dimensione, non possono essere conferiti all’ordinario sistema di raccolta porta a porta ovvero: mobili e materiali da arredo, materassi, grandi elettrodomestici, frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici, cucine, televisori, computer, stampanti, sanitari WC, vasche da bagno, lavabi, provenienti da locali e luoghi di privata abitazione che piuttosto che essere abbandonati indiscriminatamente sul nostro territorio, possono essere conferiti gratuitamente in queste strutture. .
 
Per quanto concerne il deprecabile fenomeno delle “discariche abusive” dobbiamo aggiungere che in questo caso prosegue più incisivo che mai il programma di risanamento ambientale, avviato già dal 2010. Basti pensare che dallo scorso 1° gennaio ad oggi l’intervento ha portato alla bonifica di almeno  una cinquantina di siti abusivi, dei quali  una decina “visitati” in questa settimana, compreso anche una completa ripulitura nella zona delle Gole.
 
“In campo ambientale stiamo assistendo – conclude il sindaco Santilli – ad una vera e propria inversione di tendenza, netta e definita. Uno stravolgimento delineato dall’amministrazione comunale già dal 2010. Al posto della discarica di san Marcello chiusa nel 2013 dove venivano conferiti i rifiuti in maniera indifferenziata, oggi abbiamo risultati rilevanti da presentare alla Città: raccolta differenziata che, grazie al senso civico dei cittadini, si è attestata al 65%; un piano quotidiano di spazzamento cittadino ed infine, due centri di raccolta per i rifiuti differenziati e l’attività di bonifica delle discariche abusive nel territorio comunale”.